Cookie Consent by Free Privacy Policy website Artigianato, gli appuntamenti con laboratori e botteghe aperte in Toscana per le Giornate Europee dei Mestieri d'Arte
marzo 29, 2024 - Arte x Firenze

Artigianato, gli appuntamenti con laboratori e botteghe aperte in Toscana per le Giornate Europee dei Mestieri d'Arte

Dal 2 al 7 aprile torna in tutta la regione l'iniziativa per avvicinare il grande pubblico al mondo dei maestri artigiani, organizzato da Artex in collaborazione  con Unicoop Firenze, Comune di Firenze, Officina Creativa by Artex e grazie al supporto del World Crafts Council Europe e del progetto Crafting the Future

Laboratori pratici, aperture straordinarie, visite in bottega e Dialoghi sull'Artigianato. E' il calendario di iniziative organizzato dal 2 al 7 aprile da Artex in collaborazione con Unicoop Firenze, Comune di Firenze, Officina Creativa by Artex e grazie al supporto del World Crafts Council Europe e del progetto Crafting the Future, co-finanziato dalla Commissione Europea, per le Giornate Europee dei Mestieri d'Arte, la manifestazione organizzata in vari paesi europei per far conoscere alle nuove generazioni e al grande pubblico i segreti dei maestri artigiani. Il tema centrale di questa XVIII edizione è la trasmissione dei saperi da mani esperte alle piccole mani dei futuri artigiani con lo slogan "Di mano in mano".
Il programma per le GEMA in Toscana prevede numerosi eventi in presenza, come i laboratori gratuiti che si terranno sabato 6 aprile negli spazi di Officina Creativa by Artex , in via Giano della Bella 20 a Firenze. Sono in programma ben cinque workshop, e i laboratori di scagliola, collage e cartapesta sono già andati sold out. Sono ancora aperte le iscrizioni ai laboratori di decorazione dei cappelli tenuti dalla Maestra Ilaria Innocenti: i partecipanti dovranno portare un loro cappello a cui verrà ridata una nuova vita grazie a decorazioni con fiori, gioielli, conchiglie, fibbie, nastri. Prenotazione obbligatoria entro venerdì 5 aprile inviando una mail ad artex@artex.firenze.it.
I "Dialoghi sull'Artigianato", ideati da Artex nel 2021 allo scopo di diffondere la conoscenza del patrimonio dei mestieri d'arte toscani grazie a incontri tra Maestri Artigiani ed esperti del settore, sono trasmessi gratuitamente in diretta streaming sui canali Facebook e Youtube di Artex. Il tema del 2024, "Trasmissione è(e) innovazione", sarà approfondito grazie ad esperti d'eccezione. Mercoledì 3 aprile alle 17 Simone Calcinai (maestro artigiano dell'azienda Il Bronzetto) e Gabriele Goretti (professore di Design presso l'Università di Pisa) parleranno di alto artigianato come brand di alta qualità per il Made in Italy. Giovedì 4 aprile alle 17 Laura Antonini del Corriere Fiorentino dialogherà con Franca Verteramo, maestra artigiana dell'azienda Intrecci e Ricami, in un incontro intitolato: l'artigianato è di moda?
Nella settimana dal 2 al 7 aprile, in tutto il territorio toscano, i maestri artigiani apriranno le porte delle proprie botteghe e terranno gratuitamente laboratori, organizzeranno eventi e visite nei loro atelier. In Toscana partecipano le botteghe Santi del Sere ad Anghiari, Argentiere Pagliai, Cornici Ragazzini, Franco Ristori, Tommaso De Carlo, Ombretta Maffei, Scarpelli Mosaici e Renato Olivastri a Firenze, Stefano Parrini Cuoio e selleria a Vicchio, Pelletteria Roberta Masetti a Scandicci, Studio Ceramico Giusti a Pelago, LB Creazioni a Massa Marittima, lo studio di scultura Michele Monfroni a Carrara, Pasticceria Cristiani a Livorno, la carrista Marzia Etna a Viareggio, Laura de Cesare a Pisa, Il Carato a Cascina, Andrea Amerighi e Franca Verteramo a Prato, Bottega Biagiotti a Pienza, Arte dei Calzaioli a Colle Val d'Elsa, Ceramica Kamars a Chiusi.
Il 6 aprile un evento speciale. A Seravezza (Lucca), dalle 16 alle 19, visite guidate al Museo del Lavoro e delle Tradizioni popolari della Versilia storica, con un focus sulla tessitura e un salto nel tempo alla scoperta degli strumenti utilizzati in passato per filare e tessere.
"Queste giornate - commenta Elisa Guidi, coordinatrice di Artex - sono una grande opportunità per fare luce sul mondo dei maestri artigiani, e mostrare a tutti il valore delle arti, dei mestieri e della tradizione. L'artigianato artistico è parte del nostro vissuto, della nostra storia e della nostra quotidianità. Con questa iniziativa vogliamo anche avvicinare i più giovani, contribuendo ad aprire nuove prospettive per un settore che è cuore non solo economico della Toscana".