Cookie Consent by Free Privacy Policy website Let’s Decò-D!
febbraio 23, 2021 - Doria 1905

Let’s Decò-D!

Come scriveva Elizabeth Wilson: “la moda è l'abito in cui la caratteristica chiave è il cambio rapido e continuo di stili. La moda, in un certo senso è il cambiamento." 

Doria 1905 intraprende un viaggio introspettivo alla riscoperta dei valori del marchio e dei suoi concetti più puri. Cappelli di fronte a uno specchio immaginario che ne rivela l’anima più autentica e svela il dentro e il fuori, il gioco delle parti, i differenti punti di vista.

Una collezione “iconica” che gioca su tre elementi: lo stile Decò, vero imprinting del marchio, la forma DROP, e il pay-off aziendale Handmade passion sottolineato ed esaltato nel suo significato profondo e letterale “noi la passione la facciamo a mano”

La grande novità di stagione è il nuovo print Decò-D, una celebrazione della grafica del logo delle origini, ricavato da una firma di inizio secolo, che diventa oggi un motivo grafico stampato in bianco e nero su popeline nel più puro stile Art Nouveau e si rincorre sui nuovi rivetti e bottoni in metallo. Decò-D si presta inoltre a un originale gioco di parole, che pronunciato trasmette l’idea del passato che dialoga con il futuro, dell’immaginario specchio che “decodifica” appunto l’anima delle creazioni.

DROP: la forma iconica interpretata questa volta in numerose varianti, anche nei cappelli da giramondo, tema ricorrente del brand, con il laccio in corda cerata. Si respira ovunque una grande voglia di semplicità, di eleganza rilassata, essenziale e comoda. Doria la ritrova riscoprendo i suoi classici e le sue lavorazioni tramandate nei decenni attraverso la storica sapienza sartoriale, insieme alla lavorazione “morbida” del feltro che ha contraddistinto l’azienda sin dall’inizio. E’ un metodo informale di lavorare il feltro che si sposa perfettamente con il bisogno di semplicità del momento. Un decluttering stilistico che allontana ciò che non è essenziale, i colori troppo forti, i dettagli superflui: è la purezza dei colori che esalta le forme e le linee.

HANDMADE PASSION: diventa un gioco grafico su nastri in velluto con una lavorazione moderna che simula il classico dévoré dei tessuti Liberty e firma le parti metalliche decorative.

L’anima svelata allo specchio è dunque la pulizia di forme e colori, senza abbandonare quei tocchi particolari che rendono il #cappello Doria un classico, ma differente. 

Le forme di cappelli e berretti hanno tutte un’allure nomad-chic che rispolvera e racconta il concept di base con il quale è nata Doria, uno spirito vagabondo e puro che non segue la moda del momento ma la elabora. Sono cappelli nati più per necessità che per moda proprio come il concept di chi è animato dal desiderio di libertà e leggerezza.

Tabacco, Bosco, Olivo, Cuoio, Negroamaro, Saraceno, Fumo e tutti i colori del sottobosco del litorale salentino scelti nelle nuance che più si avvicinano ai colori delle tinture naturali con un unico tocco di forte colore nella mini-capsule fluo. I metalli nei colori tipici dell’art nouveau, argento scuro e oro pallido e il rame che decora la parte più estrema della collezione, la capsule Toodoria che questa stagione celebra ancora di più lo stile dei pionieri di inizio secolo scorso.

Lane purissime, feltri dagli aspetti satinati e scamosciati, montoni rovesciati e la morbidezza estrema dei nuovi baschi. Materiali tecnici trapuntati per aspetti di volume e altri che doppiano lane/cachemire rendendo tecnici anche i capi più timeless.

La celebrazione della semplicità di linee e materia e di quello stile semplice e pratico di chi ama e vive la natura.