logo fashion
fashion&beauty
aprile 01, 2016 - Vacheron Constantin

Métiers d’Art Elégance Sartoriale Una nuova collezione maschile dall’eleganza impeccabile

Vacheron Constantin celebra la creazione sartoriale con una nuova collezione maschile di impeccabile fattura certificata dal Punzone di Ginevra. Grazie alle eccellenti tecniche di decorazione tradizionali, la Manifattura interpreta a modo suo lo spirito classico del guardaroba maschile. Attraverso finiture di pregio quali il guillochage e la smaltatura, la collezione celebra l'arte della creazione sartoriale.

Al crocevia tra stile e savoir-faire tecnico, la collezione Métiers d’Art Elégance Sartoriale celebra l’arte del saper vestire. Accostando diverse tecniche artigianali, Vacheron Constantin riproduce sui quadranti di questi segnatempo una vera e propria cartella tessuti per abiti maschili. La decorazione guilloché realizzata a mano prende a prestito i motivi delle tessiture classiche e li riproduce accuratamente sulla porzione a mezzaluna del quadrante rivestito di smalto Grand Feu traslucido di diversi colori. Le ore e i minuti sono visualizzati all’interno di un sotto quadrante decentrato con bordo di madreperla, un materiale che ricorda i bottoni della camicia. Al centro risalta il motivo ottenuto con una macchina da tessitore, che ricorda il fazzoletto di seta che adorna il taschino della giacca. All’interno dei cinque modelli che compongono questa nuova collezione batte il calibro 1400, un movimento meccanico a carica manuale sviluppato e prodotto dalla Manifattura.

L’arte della creazione sartoriale

Guardiani del tempo, guardiani dello stile. Cosa accomuna Vacheron Constantin e il mestiere del sarto? La disciplina e l’impegno di trasmettere un’arte di generazione in generazione. Dal 1755, in ogni sua creazione, la Manifattura persegue una costante ricerca estetica. Allo stesso modo, il sarto cura i dettagli con identica precisione in un’ottica di stile: è la creazione sartoriale, il tailor- made inglese applicato al guardaroba maschile che conquista le star degli anni d’oro di Hollywood. Più recentemente, icone dell’eleganza hanno impersonato a modo loro il cosiddetto stile sartoriale. Da autentici gentlemen, affermano la loro individualità, il loro carisma e la loro libertà di espressione attraverso abiti dal taglio impeccabile. Oggi le grandi capitali della moda vedono sfilare una nuova generazione di uomini appassionati di stile, che si esprimono con un’eleganza talvolta fuori dagli schemi. A Milano, Tokyo, Parigi, Londra o New York, l’abito realizzato con tessuti di pregio è più che mai in voga, con un’associazione di motivi e colori che lo rendono audace nella tradizione. Il buon gusto nel vestire non può scendere a compromessi con l’ottima fattura. Gli amanti dell’eleganza che ricercano la qualità del fatto a mano secondo metodi tradizionali si ritrovano nel carattere esclusivo del bespoke tailoring.Come ogni depositario di una tecnica artigianale, l’addetto alla confezione dedica diverse decine di ore alla lavorazione di una giacca su misura. Dietro a un abito che cade alla perfezione si celano migliaia di punti e decine di materiali diversi, perfettamente tagliati dalle mani esperte dell’artigiano. Come nell’Alta Orologeria, il mestiere del sarto richiede una raffinatezza estrema, un'accurata scelta dei materiali e la massima precisione del gesto, in un perfetto equilibrio tra estetica e tecnica.

La cartella tessuti sui quadranti

La collezione Métiers d’Art Elégance Sartoriale propone cinque modelli che raffigurano i motivi dei vari tipi di tessitura. Nel Principe di Galles (Prince of Wales check) la sovrapposizione dei quadrati collegati tra loro dall’effetto delle righe verticali e orizzontali è impreziosita dallo smalto traslucido rosso lampone. Il sofisticato motivo spigato o a spina di pesce (herringbone) dà un’impressione di ordine ed è sottolineato dallo smalto color lavanda e dallo zigzag in contrasto. La regolarità e la geometria del motivo a scacchi (windowpane) sono accentuate dallo smalto grigio tortora. Le sottili linee verticali tratteggiate del motivo gessato (pin stripes) evidenziano un effetto cangiante dato dalla delicatezza del color lino. Infine, il tartan o scozzese, una successione di motivi identici nell’ordito e nella trama, sceglie il colore azzurro. I Maestri artigiani di Vacheron Constantin hanno dovuto affrontare un lungo lavoro di ricerca e innumerevoli prove per ottenere una finitura che si avvicinasse il più possibile ai motivi dei tessuti sartoriali. Approccio inedito nel mondo dell’orologeria, il guillocheur ha ricreato a mano la struttura delle stoffe, realizzando in particolare un delicato godron sui bordi del quadrante, come fosse l’orlo di un abito. Il lungo lavoro di incisione dei microsolchi sulle sottili placche d’oro, realizzato con una precisione al decimo di millimetro, ha permesso di sfruttare gli effetti di luce e profondità. Poi, lo smaltatore ha individuato il colore ideale, rispettando i vincoli derivanti dalla complessità dei motivi guilloché e dalla natura imprevedibile dello smalto: il risultato è un effetto al tempo stesso di trasparenza, brillantezza e uniformità.

Per le decorazioni è stata scelta, nonostante la sua nota difficoltà, la tecnica dello smalto Grand Feu, perché l’unica in grado di intensificare, grazie agli smalti traslucidi, il motivo guilloché e restituire tutta la vivacità del motivo riprodotto. L’effetto è tanto realistico da togliere il fiato. A complicare ulteriormente il lavoro, la presenza del sotto quadrante in oro decentrato a ore 3, con decorazione a tessuto che, in base alle versioni, riproduce il disegno cachemire, i fiori o i motivi geometrici del fazzoletto da taschino. La tecnica della lavorazione a tessuto funziona come un pantografo. Il motivo è inciso al bulino, dopo una regolazione di estrema precisione, poi smerigliato e infine laccato. Grazie alle zone in rilievo e scavate, l'effetto ottenuto è quello di un ricamo nel cuore di una superficie smaltata. Il sotto quadrante è chiuso da un giro delle ore di madreperla scandito da numeri romani dipinti e lancette in oro. La cassa rotonda in oro bianco o rosa 5N presenta un diametro di 40 millimetri. Espressione della filosofia sartoriale dell’orologio, il cinturino in pelle di alligatore, i cui colori sono stati oggetto di un’attenta riflessione, è realizzato nel rispetto della tradizione, cucito a mano e impunturato, fino alla chiusura ad ardiglione a forma di mezza croce di Malta. A completamento della collezione, Vacheron Constantin propone un paio di gemelli da polso che riprendono il motivo a tessuto del sotto quadrante.

La meccanica sublimata dal calibro 1400

Il fondo lucido permette di far eseguire un’incisione personalizzabile. Solo l’apertura circolare decentrata lascia intravedere il movimento meccanico a carica manuale, calibro 1400. Con i suoi 98 componenti e i suoi 20 rubini, questo calibro di 20,65 mm di diametro batte a 28.800 alternanze l’ora (4Hz) e garantisce circa 40 ore di autonomia. La sua finitura è realizzata a mano secondo i severissimi criteri del Punzone di Ginevra: le superfici piane sono decorate a Côte de Genève e gli spigoli vivi sono trattati ad anglage prima di essere lucidati a mano, esattamente come le viti a testa piatta. Questa nuova collezione, autentica vetrina della più pura arte orologiera, si rivolge agli esteti che apprezzano l’eleganza e lo stile da indossare ogni giorno con quel tratto di unicità garantito dall’esclusiva realizzazione a mano.

Filtro avanzato